UNI EN 16582-1 – Piscine domestiche (capitolo 3)

Aperture consentite

I punti successivi descrivono le caratteristiche delle aperture poste al di sotto della profondità di 500 mm dal punto più basso della apertura stessa.
Non va posta in atto nessuna prescrizione per le aperture meno profonde di 10 mm.

  • Intrappolamento delle dita di mani e piedi: Quando c’è il rischio di intrappolamento delle dita, le aperture devono essere <=8mm o >=25 mm.
  • Intrappolamento di testa e collo: Quando c’è il rischio di intrappolamento di testa e collo, le aperture devono essere <= 110 mm o >=230 mm. Nel caso di aperture > 230 mm l’apertura stessa va protetta.
  • Intrappolamento di altre parti del corpo: Per le aperture contenute nel range compreso tra 25 e 110 mm l’utente finale deve essere avvertito da possibili pericoli di intrappolamento

Accessibilità

  • La norma si sofferma sul rischio di annegamento dei bambini, in special modo quelli sotto i 5 anni di età. Si raccomanda quindi di mettere in atto provvedimenti al fine di controllare l’accesso in acqua e di sorvegliarli. Si raccomanda inoltre di non rimuovere eventuali dispositivi di uscita dalla piscina durante la permanenza in acqua.

Nel caso di piscine fuori terra o semi-interrate l’accesso può definirsi sicuro quando:

  • L’altezza tra i più alti punti di appoggio e il livello superiore della piscina finita è maggiore o uguale a 1100 mm oppure
  • L’altezza tra il terreno e il punto di appoggio più basso è maggiore di 1100 mm oppure
  • L’altezza tra due punti di appoggio consecutivi è maggiore di 1100 mm.

Nel caso in cui:

  • Le richieste di cui sopra non sono soddisfatte e/o
  • I mezzi di accesso non sono sicuri oppure
  • Non è previsto nessun mezzo di accesso

Il costruttore della piscina deve raccomandare che vengano messe in atto precauzioni per evitare l’annegamento dei bambini

Nelle istruzioni di sicurezza per il cliente finale dovrà essere presente la frase:

“ Al fine di prevenire l’annegamento dei bambini, è raccomandato di rendere sicuro l’accesso attraverso un adeguato dispositivo. ”

Requisiti di prova per i mezzi di accesso

  • I materiali impiegati per i mezzi di accesso devono rispondere ai requisiti di resistenza alla corrosione e al contatto con l’acqua visti ai punti precedenti
  • I mezzi di accesso sono obbligatori per le piscine interamente fuori terra di altezza superiore agli 850 mm.
  • La resistenza allo scivolamento deve essere testata secondo CEN/TS 16165
La tabella definisce i gruppi di classificazione
Requisiti minimi di resistenza allo scivolamento per i vari mezzi di accesso

“Dovrebbe essere considerata una classe superiore se la piscina viene usata da persone con problemi di mobilità”

Pericoli di intrappolamento o schiacciamento

Si mette in guardia dal rischio di parti non fissate dei mezzi di accesso e si ripete la necessità di rispettare le misure delle aperture, in particolar modo se il mezzo di accesso crea un pericolo di caduta parziale con h>600 mm (rischio di strangolamento)
NOTA: le disposizioni per le scalette sono diverse da quelle proposte per le piscine pubbliche – vedi nuova 13451-2: 2016

Continua >>

Lascia un commento