UNI EN 16582-1 – Piscine domestiche (capitolo 2)

Requisiti prestazionali minimi per i materiali strutturali

  • Il progetto strutturale e i materiali devono rispettare le prassi accettate dall’ingegneria delle strutture.
  • Ogni combinazione di materiali diversi in diretto contatto l’uno con l’altro deve essere compatibile e non influenzare la reciproca integrità strutturale.
  • Quando le caratteristiche dell’acqua della vasca possono influenzare le qualità strutturali del materiale, tali caratteristiche devono essere indicate e accompagnare la documentazione dei materiali. Allo stesso modo, i materiali di cui è composta la piscina non devono influenzare la qualità dell’acqua.
  • L’acqua deve rispettare le caratteristiche chimico-fisiche previste nella norma EN16713-3.
  • Deve essere fatta una selezione dei materiali da costruzione tenendo in considerazione le influenze esterne come ad esempio i raggi UV, la temperatura, i prodotti chimici (nella normale condizione d’uso), e altre…

Requisiti per i materiali strutturali

Tabella 2 materiali di costruzione e rivestimento

Requisiti e test di resistenza alla corrosione

  • Qualsiasi materiale che possa essere soggetto a corrosione e utilizzato per la costruzione della piscina deve essere trattato contro la corrosione e deve rispondere a dei requisiti minimi che emergono da prove di corrosione svolte secondo la procedura:
  • EN ISO 9227 “Prove di corrosione in atmosfere artificiali – Prove in nebbia salina”
  • I materiali, inseriti nelle camere cicliche di corrosione per 192 o 400 ore secondo la EN ISO 9227, devono rispondere a dei requisiti di aspetto, in modo da valutarne il grado di resistenza a corrosione

Resistenza ai fenomeni di osmosi

  • Per materiali compositi e polimeri deve essere testata la resistenza all’osmosi (rif. Norma EN ISO 4628-2)

Legno

  • Elementi strutturali fatti in legno devono appartenere alla classe 4 della norma EN335 “Durabilità del legno e dei prodotti a base legno”

Rischi di danni alle persone

  • Piccoli elementi, bordi e angoli: Quando la piscina è in funzione, non devono essere presenti parti che possono essere rimosse esercitando una forza inferiore a 60 Newton (± 2N).
  • Durante l’installazione, attrezzature in legno, vetrofibra o altro non devono liberare schegge.
  • Non devono essere presenti protuberanze che entrino completamente nella sagoma di riscontro
  • (norma EN 71-1 standard meccanici e fisici per giocattoli; rischio di soffocamento)
  • Nessun bordo, protuberanza o angolo devono essere presenti se non fatti secondo quanto previsto

Continua >>

Lascia un commento